PERCORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

Ciao, se sei qui è perché hai fatto una ricerca o sei entrato in contatto con alcuni brand che Stefano gestisce.

Stefano è un imprenditore, ideatore, fondatore, creatore e gestore di brand dedicati a risolvere grandi problemi comuni che allo stesso tempo offrono soluzioni innovative.

Come ad esempio Network Realtà Virtuale il primo Network per la Realtà Virtuale in europa made in Italy, dedicato allo sviluppo delle Aziende e ai tecnici specialisti operanti nel mondo della Realtà Virtuale a 360 gradi. Alcune altre principali attività svolte con Pinka Group sono Italia Tour Virtuali, Virtual Tours World, Medicina Veloce, GuidaBoh® ecc.

Stefano svolge attività di consulenza e formazione rivolta solo ed esclusivamente a professionisti, imprenditori e aspiranti imprenditori con i giusti requisiti e le giuste qualità.

Strategista specializzato in Innovazione strategica, digital marketing, social media marketing, brand positioning, marketing & comunicazione, si impegna anche nel sviluppare sinergie intelligenti, non concorrenziali e meritocratiche per potenziare il gruppo di lavoro della rete organizzativa mondiale attraverso la società Pinka Group (e i vari collaboratori del team), specializzata in soluzioni per il business e in creazione e gestione di brand per conto proprio o terzi.


SPECIALIZZAZIONE

1. Imprenditore ideatore, fondatore, creatore e gestore di brand.

Il modello dell'imprenditorialità sequenziale si è affermato in Silicon Valley ed è un modello vincente che si sta evolvendo in tutto il mondo. L'imprenditore sequenziale è colui che non smette di creare brand importanti e di successo per conto proprio e/o di terzi.


2. Attività di Consulenza e Formazione per Professionisti e Imprenditori.

La specializzazione è importante per offrire il massimo della qualità e professionalità, per questo Stefano lavora solo nei settori in cui è fortemente specializzato. Maggiori approfondimenti al punto 3.


3. Strategista specializzato in Innovazione strategica, Digital Marketing, Social Media Marketing, Brand Positioning, Marketing & Comunicazione.

Per Strategist si intende la formulazione e l’attuazione di una strategia su misura per il proprio prodotto, servizio o per la propria persona. La strategia generalmente implica l'impostazione degli obiettivi, la determinazione delle azioni per raggiungere gli obiettivi e la mobilitazione delle risorse per l'esecuzione delle azioni. Una strategia descrive come le destinazioni (obiettivi) saranno raggiunti con i mezzi (risorse) e quale sarà il conto economico finanziario costi-ricavi. Prima però bisogna analizzare attentamente ciascuno dei seguenti punti:

- Brand Positioning o posizionamento:

il posizionamento è il modo in cui un prodotto/servizio trova collocazione nella mente del potenziale consumatore. È un vantaggio rilevante per il consumatore target e differenziante dai vantaggi offerti da altri prodotti o servizi della stessa categoria o simili.

In base alla posizione mentale che si vuole andare a occupare, si definirà il prodotto/servizio e le altre variabili del marketing. Infatti il posizionamento guida tutto il processo di marketing, inclusa la strategia. Ogni azione aziendale deve essere coerente al posizionamento stesso, altrimenti è un suicidio.

Esiste anche il riposizionamento il quale si effettua invece quando si tenta di modificare l'immagine associata a un prodotto/servizio. Solitamente si provvede a un Riposizionamento quando si vuole differenziare il prodotto o il marchio rispetto ai concorrenti di mercato.

Mentre con il termine deposizionamento invece s'intende la pratica di modificare la percezione del prodotto o del marchio nelle menti dei possibili consumatori, ovvero del target di riferimento. Ci si avvale del deposizionamento quando si vuole far cambiare immagine al proprio prodotto (riposizionamento).

La scrittura del Brand Positioning Plan è il passo conclusivo. Si tratta di uno strumento che serve internamente all'azienda per gestire la comunicazione del brand positioning.

- Marketing & Comunicazione:

per marketing si intende quell’insieme di tecniche che consente a una qualsiasi realtà operante in un contesto socio-economico, di raggiungere i suoi obiettivi.

Per raggiungere gli obiettivi, chi si occupa di marketing ha a disposizioni varie “leve”, che possono essere riassunte, non senza un certo sforzo di semplificazione, dalle celebri “4p”.

Prodotto. E’ necessario che il prodotto venga pensato non solo in termini di caratteristiche tecniche o di design, ma anche in base al concept, ossia al significato che dovrebbe avere per i consumatori o al bisogno che intendono soddisfare.

Piazza. Decidere dove vendere il prodotto/servizio, dove esporlo e quindi i punti di contatto tra il consumatore e il prodotto stesso. Per farla semplice, se abbiamo una merendina, è necessario capire in quali punti vendita assegnarla.

Prezzo. E’ una questione importante. In base al prezzo il prodotto viene visto diversamente (un prezzo basso non è certo sinonimo di qualità), viene assegnato a uno specifico target (in questo caso diviso principalmente per disponibilità finanziaria), produce risultati di vendita totalmente diversi.

Promozione. Ecco il nodo cruciale. Con questa leva il marketing cerca di far conoscere il prodotto, di promuoverne le caratteristiche o, semplicemente, di diffondere una data percezione su di esso in seno al target.

Ecco qual è il punto della questione. La comunicazione può essere definita come una “sotto-leva” della leva “promozione”. Il loro legame è questo. Ciò non vuol dire che sia meno importante, anzi.

Il marketing comprende quindi tutte le azioni aziendali riferibili al mercato destinate alla vendita di prodotti o servizi, considerando come finalità il maggiore profitto e come causalità la possibilità di avere prodotti/servizi capaci di realizzare tale operazione finanziaria. Vengono riconosciuti tre tipi di marketing:

  • marketing analitico: studio del mercato, della clientela , dei concorrenti e della propria realtà aziendale;

  • marketing strategico: è un'attività di pianificazione , tradotta in pratica da un’impresa, per ottenere, pur privilegiando il cliente, la sua fidelizzazione e la collaborazione da parte di tutti gli attori del mercato.

  • marketing operativo: attiene invece a tutte quelle scelte che l'azienda pone in essere per raggiungere i suoi obiettivi strategici.

- Inoltre da non dimenticare la Psicologia del marketing e Neuromarketing:

La psicologia del marketing si occupa di analizzare diversi ambiti, tra questi in particolare, vengono evidenziate dal Consiglio Nazionale dell'Ordine degli Psicologi: il ruolo delle immagini mentali, gli effetti degli elementi visivi e verbali della pubblicità sulle credenze, gli atteggiamenti e le risposte comportamentali, le funzioni e le caratteristiche della pubblicità emotiva, la valutazione psicofisiologica delle risposte alla pubblicità, la struttura latente dei messaggi pubblicitari e delle reazioni individuali e collettive, la psicologia del consumatore e i comportamenti di consumo.

Le dinamiche studiate dalla Psicologia del Marketing riguardano numerose variabili ma un territorio di ricerca comune, le distinzioni tra motivazioni coscienti, preconscie ed inconscie del processo di acquisto, che portano l'individuo a scelte che appaiono esternamente irrazionali ma acquisiscono una razionalità interna quando vengono esaminate le mappe mentali che determinano nell'individuo il bisogno di risolvere una tensione interna tramite un acquisto.

Il modello Tensione-Impulso-Movente-Azione permette di risalire dal comportamento agito alle tensioni che lo fanno nascere, ma altrettanto, permette di esplicitare quali dissonanze (a monte del processo) possano generare specifici comportamenti a valle.

La Psicologia del Marketing rappresenta un territorio di ricerca interdisciplinare, dove confluiscono i contributi delle scienze cognitive, delle neuroscienze, e della psicologia sociale e della psicologia dinamica, con una forte attenzione all'analisi degli atteggiamenti e della loro costruzione.


4. Developer sinergie di reti intelligenti.

La Sinergia/Rete rappresenta una forma aggregativa tra imprese, associazioni, enti e istituzioni “ibrida” che permette, a ciascun partecipante di raggiungere una dimensione adeguata e più veloce per competere sui mercati globali mantenendo ciascuna la propria indipendenza e identità.

Le tipologie più comuni in Italia sono:

  • reti del sapere: con l’obiettivo di uno scambio di informazioni e di know-how

  • reti del fare: focalizzate sullo scambio di prestazioni

  • reti del fare insieme: orientate verso progetti di investimento comuni


5. Pioniere della prima rete di sviluppatori turistici con foto e video 360° e Tour Virtuali a disosizione della collettività.

Contatta in maniera istituzionale per avere maggiori informazioni. Risponde anche tramite i social network.



Carousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel image

ALCUNE ATTIVITA DI PROPRIETA

Unione di professionisti certificati Google in Italia e nel mondo specializzati in tecnologia virtuale, aumentata, mista e panoramica a 360°.

Esposizione di tour virtuali per viaggiare gratis 24 ore su 24 in Italia e nel mondo. Esplora ora molti bei luoghi interessanti dai più noti ai più rari.

Esposizione di tour virtuali per viaggiare gratuitamente in tutto il mondo.


Il punto di riferimento per il divertimento e la sicurezza stradale nazionale h24.

Borsa MT

Aiutare le imprese che non riescono ad ottenere la liquidita dalle banche per effettuare i lavori. BMT fornisce materiali e liquidità senza che l'impresa fornisca nessun tipo di garanzia o reddito, fuori centrale rischi consentendo di aumentare i plafond a disposizione

Il sistema sanitario per le visite specialistiche ambulatoriali, supportare il sistema sanitario nazionale a velocizzare i tempi di attesa per le visite specialistiche

CONTATTI

DI SEGUITO ALCUNI MEDIA CHE PARLANO DI STEFANO E DEI PROPRI BRAND